Portale di informazione sulle acque sotterranee e non solo

L’ACQUA  IN CALABRIA

 

La Regione Calabria ai sensi della Legge regionale 22 giugno 2015, n. 14: ” Disposizioni urgenti per l’attuazione del processo di riordino delle funzioni a seguito della legge 7 aprile 2014, n.56” pubblicata sul Burc n. 42 del 24 giugno 2015 le funzioni relative alle concessioni sono rimaste alle Province e alla Città metropolitana di Reggio Calabria.

 

 

DOCUMENTAZIONE TECNICA REGIONALE

Il Piano di Tutela delle Acque della Regione è stato approvato  con  Deliberazione di Giunta regionale n. 394 del 30.06.2009 .

GeoPortale della Regione Calabria

Sono inseriti dati ed informazioni riguardanti il territorio, anche scaricabili.

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE DELLA CALABRIA (Arpacal)

In attuazione della L. 61/94, la Legge della Regione Calabria n. 20 del 3 agosto 1999 ha istituito L’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Calabria (Arpacal), che “opera per la tutela, il controllo, il recupero dell’ambiente e per la prevenzione e promozione della salute collettiva, perseguendo l’obiettivo dell’utilizzo integrato e coordinato delle risorse, al fine dell’individuazione e rimozione dei fattori di rischio per l’uomo, per la fauna, per la flora e per l’ambiente fisico”.

Sito estremamente parco di informazioni, dati, pubblicazioni. La pagina del tema “acqua” contiene solo un elenco.

AATO (Ambiti territoriali ottimali)

Con Legge regionale 18 maggio 2017, n. 18 Disposizioni per l’organizzazione del servizio idrico integrato, pubblicata sul BURC n. 48 del 18 maggio 2017 è istituita l’Autorità Idrica della Calabria (AIC) , che è l’ente di governo dell’ambito territoriale ottimale per il servizio idrico integrato, nel territorio comprendente l’intera circoscrizione regionale.
L’AIC è un ente pubblico, rappresentativo della Città metropolitana di Reggio Calabria e dei Comuni della Calabria, e effettua  l’esercizio delle competenze spettanti agli enti locali in materia di gestione delle risorse idriche.
L’AIC svolge le funzioni di programmazione, organizzazione e controllo sull’attività di gestione del servizio idrico integrato, nel rispetto delle determinazioni adottate dall’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico.
Il funzionamento dell’AIC è disciplinato dalle Deliberazioni della Giunta Regionale n. 256 del 27/07/2015 e n. 461 del 12/11/2015.

I piani d’ambito sono disponibili sul sito regionale suddivisi secondo i territori degli ATO.

La società di gestione del Servizio Idrico  è la Sorical, società risorse idriche calabresi che, dal 2004, gestisce in concessione tutti gli impianti che l’ex Cassa per il Mezzogiorno ha trasferito alla Regione. Garantisce l’erogazione dell’acqua potabile a 363 Comuni, attraverso 6000 km di condotte, 900 serbatoi, 300 impianti di sollevamento; 13 impianti di potabilizzazione; 7 traverse di derivazione e 2600 nodi di erogazione. Due invasi: La Diga dell’Alaco, completata, dopo 40 anni, nel 2010 al servizio di quasi tutti i comuni del Vibonese. La Diga del Menta, che garantirà acqua potabile alla città di Reggio Calabria.

La gestione delle fognature è ancora a livello comunale e a seguito del provvedimento di condanna della Corte di Giustizia dell’Unione Europea in ordine all’applicazione della Direttiva 91/271/CEE sul trattamento delle acque reflue urbane, è stato istituito l’Ufficio del Commissario Straordinario Delegato  cui competono la progettazione, l’affidamento e la realizzazione di alcuni interventi nel territorio della regione Calabria ed individuati dall’Accordo di programma Quadro “Depurazione delle acque” necessari all’adeguamento di sistemi di collegamento, fognatura e depurazione.

AUTORITA’ DI BACINO REGIONALE

L’Autorità di Bacino della Calabria,  istituita a seguito della legge regionale n. 35 del 29 novembre 1996, fa parte del Distretto Idrografico dell’Appennino Meridionale che comprende un territorio vasto comprendente più regioni e autorità di bacino.

Sulle sua pagine web sono disponibili i piani- programmi e un portale cartografico che contiene molte informazioni relative al territorio gestito, tra cui anche le concessioni di derivazione d’acqua sia superficiale che sotterranea.

Procedura per il rilascio delle concessioni di derivazione d’acqua

Alcuni Enti locali non hanno ancora inserito on-line informazioni dettagliate in merito al procedimento amministrativo e pertanto si forniranno i nominativi ,ove possibile, dei responsabili.

Città Metropolitana di  Reggio Calabria

Il sito è in corso di aggiornamento ma dalla pagina delle informazioni si accede al vecchio sito della Provincia di Reggio Calabria da cui si scaricano sia la modulistica che il regolamento per il procedimento amministrativo.

Geoportale della Città Metropolitana 

E’ disponibile con una ricca serie di informazioni sul territorio l’accesso al Geoportale, dove in open access sono disponibili mappe e documenti e la possibilità di scaricare i layer per i tecnici.

Provincia di Catanzaro

Il riferimento è il Settore Protezione e Tutela Ambiente, Sviluppo Sostenibile

Provincia di Cosenza

Il Settore di riferimento è Ambiente e Demanio Idrico, al cui link sono scaricabili i moduli per ogni tipologia di concessione di derivazione d’acqua e i nominativi del personale di riferimento.

Il Geoportale della Provincia di Cosenza fa riferimento al Settore Territorio e Urbanistica e contiene informazioni relative al Piani Territoriali ed altro. E’ necessaria la registrazione.

Contratto di Fiume Crati

Il fiume Crati  rappresenta uno dei più grandi bacini idrografici che ricadono nel territorio della Provincia di Cosenza, forse il fiume più importante della regione per ricchezza d’acque, lunghezza e superficie del bacino idrografico. Nel suo percorso verso il mare, trova due importanti riserve naturali, riconosciute ambedue con la Legge regionale e registra la densità di popolazione dislocata lungo il suo bacino (che si sviluppa da Cosenza sino alla piana di Sibari) più elevata della regione, con un gran numero di comuni. Tra  questi il capoluogo di provincia Cosenza e Rende, ambedue comuni ad elevata densità abitativa ed urbanizzazione.

 

 

 

 

Provincia di Crotone

Il riferimento è il Settore Demanio Idrico e Risorse Idrauliche  

Provincia di Vibo Valentia

Non esiste la pagina relativa agli uffici. Si consiglia di rivolgersi direttamente al Presidente.

 

Tweets