Portale di informazione sulle acque sotterranee e non solo

Eventi 2013

Le cronache sono piene specialmente nell’ultimo periodo di eventi limite legati alla risorsa idrica e alla sua gestione in relazione al territorio. Pertanto un gruppo di associazioni e di ordini professionali ha indetto una conferenza nazionale per il 6 febbraio a Roma.

L’obiettivo della Conferenza Nazionale è contribuire in maniera significativa al miglioramento del paese attirando l’attenzione sul tema del Rischio Idrogeologico ed  avviare un lavoro serio di discussione intorno a tre nodi:

– Governo del territorio e semplificazione normativa connessa;

– Reperimento e destinazione delle risorse economiche da destinare allo sviluppo sostenibile

– Approfondimenti tecnico-scientifici su strumenti, interventi e approcci al problema.

Promotori dell’evento: Legambiente, Anci ( Associazione nazionale dei Comuni), Consiglio nazionale dei geologi, Consiglio nazionale Architetti, Consiglio nazionale dei dottori agronomi e forestali, Inu ( Istituto Nazionale di Urbanistica), Coldiretti, Anbi ( Associazione Nazionale Consorzi di Bonifica), WWF, TCI, Slow Food Italia, Cirf (Centro Italiano per la Riqualificazione Fluviale),  Aipin (Associazione italiana per la ingegneria naturalistica),  Sigea ( Società Italiana di Geologia Ambientale),  Aiab (Associazione italiana per l’Agricoltura Biologica), Tavolo nazionale dei contratti di fiume Ag21 Italy, Federparchi, Gruppo 183.

La partecipazione è gratuita, ma occorre registrarsi in anticipo, indicando a quale sessione si vuole partecipare.

Vai all’approfondimento

la goccia d'acqua

Nel mese di febbraio a Roma si è tenuto un importante convegno a Roma organizzato proprio dall’Istituto Superiore per la Protezione e  la Ricerca Ambientale sul consumo di suolo fertile in Italia, i cui video e le presentazioni sono disponibili sul sito dell’Ispra.

Il convegno, organizzato da ISPRA, CRA e Università ‘La Sapienza’, si propone come momento di riflessione, di aggiornamento e di confronto tra gli attori maggiormente coinvolti, sull’attuale capacità di valutazione dello stato del consumo del suolo a livello nazionale, anche al fine di fornire dati e stime aggiornati e contributi utili a completare il quadro normativo nazionale.

Il tema del consumo del suolo dovuto all’espansione urbana sta assumendo un’importanza crescente nel contesto della sostenibilità ambientale e della pianificazione territoriale. Al fine di monitorare lo stato e individuare le cause e i maggiori impatti del consumo di suolo, negli ultimi anni sono state avviate diverse iniziative, tra cui la pubblicazione degli “Orientamenti in materia di buone pratiche per limitare, mitigare e compensare l’impermeabilizzazione del suolo” della Commissione Europea e le attività di produzione di servizi informativi nell’ambito del programma Copernicus (già noto come GMES – Global Monitoring for Environment and Security).

A livello nazionale, ISPRA ha definito e realizzato, in collaborazione con il Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente (ISPRA/ARPA/APPA), un sistema di monitoraggio e di valutazione del consumo del suolo. Parallelamente, si sono sviluppate iniziative nell’ambito del Sistema Statistico Nazionale, con la collaborazione di Istat, ISPRA, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e Inea, e sinergie con programmi di ricerca nazionali tra cui “AGROSCENARI” del Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura (CRA).

E’ disponibile anche un questionario da compilare per valutare il livello di interesse sui dati di consumo di suolo, al fine di evidenziare le priorità di sviluppo della ricerca, le necessità tecniche degli operatori e gli elementi necessari per definire le opportune misure per il contenimento e la gestione del consumo di suolo. (vai al questionario).

 

la goccia d'acqua

 

La Giornata internazionale dell’Ambiente istituita dalle Nazioni Unite ha come tema quest’anno Think.Eat.Save.

Think.Eat.Save è una campagna  anti-spreco alimentare che ti incoraggia a ridurre il Foodprint. Secondo la Food and Agriculture Organization (FAO), ogni anno 1,3 miliardi di tonnellate di cibo vengono sprecate. Questo è equivalente alla stessa quantità prodotta in tutta l’Africa sub-sahariana. Allo stesso tempo, 1 ogni 7 persone nel mondo vanno a letto affamate e più di 20.000 bambini sotto i 5 anni muoiono ogni giorno di fame.

Quest’anno la principale manifestazione viene ospitata dal governo e dal popolo della Mongolia, e si concentra sulla nuova  campagna Think.Eat.Save, che vuole ridurre  il Foodprint.
La Mongolia è uno dei paesi a più rapida crescita nel mondo, e punta a garantire che questa crescita vada di pari passo con una economia verde. Dal tradizionale stile di vita nomade di alcuni dei suoi abitanti-che hanno sviluppato modi per conservare gli alimenti per lunghi periodi– possono arrivare  antiche risposte alla sfida moderna dei rifiuti alimentari.

La tariffa  per l'acqua di casa

A due anni di distanza, quel voto referendario ha spesso portato, anziché un percorso comune nel rispetto della scelta democratica, a dispute tra schieramenti contrapposti, anche a suon di ricorsi: da un lato i gestori, che lamentano la difficoltà di una gestione, se privata di risorse garantite, che possa attrarre o reperire capitali per i necessari investimenti, dall’altro il Forum Nazionale dei Movimenti per l’Acqua e tutte le associazioni e i comitati territoriali, che continuano a sostenere percorsi di ripubblicizzazione e di gestione del servizio idrico in forma pubblica e partecipata. Nel mezzo ci sono gli amministratori locali, già alle prese con una realtà di crisi e di tagli, tenuti comunque a dare risposte di tipo economico, di qualità di servizio e di rispetto democratico.

In questi due anni molti di questi amministratori hanno intrapreso strade di approfondimento e di confronto per individuare le scelte ritenute più opportune, in un percorso di trasparenza e partecipazione.

Questo è il percorso che anche la Provincia di Mantova vuole intraprendere, per fare chiarezza e per trovare le soluzioni più opportune che garantiscano una gestione economicamente sostenibile dei servizi idrici nel rispetto del voto referendario.

E’ in questo contesto che il 13 giugno 2013, proprio allo scadere del secondo anno dall’esito referendario, si terrà presso la sede dalla Fondazione Università di Mantova un workshop di approfondimento sui servizi idrici: un’analisi della situazione nazionale e locale delle gestioni esistenti nonché un confronto tra i diversi modelli di gestione possibili, con il coinvolgimento di tutti i portatori di interesse (enti pubblici, associazioni di categoria pubbliche e private, gestori e comitati).

Per saperne di più.

Dal 30 maggio al 1° giugno il meglio dell’innovazione italiana e internazionale si dà appuntamento nel capoluogo lombardo del tutto gratuitamente

La manifestazione che ogni giorno “occuperà” Milano per 12 ore non stop, a partire dalle 10: incontri, lectio magistralis, conferenze, reading, dibattiti, workshop, confronti fra grandi aziende e startup, e fra professionisti e studenti e ricercatori. Sono previste anche attività speciali per le scuole e i bambini (visite guidate, laboratori, animazioni).

Intenso anche il programma artistico, con live show, performance teatrali e una call per tutti i giovani (e no) innovatori che avranno i loro 30 minuti di celebrità negli speakers’ corner.

Perchè se ne parla in un sito che si occupa di acqua? Perchè ci saranno anche degli interventi che riguarderanno il cambiamento climatico, l’energia, la genetica, ecc.

Per approfondire vai qui per il programma.

LʹAccademia Nazionale dei Lincei, che dal 2001 celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua, nellʹanno 2013, in occasione della XIII  edizione, ha scelto di dedicare la giornata al tema “Calamità idrogeologiche: aspetti economiciʺ. Chi fosse interessato a presentare una comunicazione o un poster è pregato di contattare al più presto.

Il convegno tratterà i seguenti argomenti:

1. Aspetti economici delle calamità idrogeologiche;

2. Aspetti economici della siccità;

3. Aspetti economici e sociali del degrado degli ecosistemi;

4. Quali risposte tecniche e quali risposte della politica e della società.

Sono previste relazioni su invito.

 

Tweets