Portale di informazione sulle acque sotterranee e non solo

    Liguria

    LE ACQUE IN LIGURIA

    La Regione Liguria ha un proprio sito dedicato all’ambiente e come meglio specificato nell’introduzione al capitolo delle acque: ” Come viene descritto nella sezione geologia, l’acqua ligure ha un aspetto sfuggente e contrastato: scorre raramente tranquilla in superficie, ma si nasconde più spesso nel sottosuolo, abbandona per molti mesi all’anno gli alvei dei torrenti in secca e riappare impetuosa in coincidenza dei temporali, modella la costa con onde, mareggiate e correnti”

     La gestione delle acque interne  in Liguria è affidata alla Regione che procede di concerto con le Province ed i Comuni, come prevede la normativa regionale in merito. I compiti della Regione vanno dalla pianificazione e gestione dell’intero ciclo integrato delle risorse idriche, dall’attingimento alla distribuzione di acqua potabile, dalla concessione di grandi derivazioni per uso potabile, agricolo o industriale al controllo in merito alla qualità ed alla disponibilità delle risorse, dalla localizzazione degli impianti alla depurazione di reflui e scarichi.


    DATI

    La Regione Liguria  ha un Portale ambientale attivo con numerose informazioni, anche geologiche,  tra cui anche la mappatura delle derivazioni idriche. Invece il Geoportale, estremamente ricco e dettagliato sui dati territoriali, è un utile strumento per casistiche varie.

    PIANO DI TUTELA DELLE ACQUE

    Secondo quanto previsto dal Consiglio regionale, è stato predisposto il testo coordinato del Piano di tutela, con presa d’atto della Giunta regionale. Il testo coordinato del Piano è pubblicato qui.


    DISTRETTI IDROGRAFICI

    Il territorio regionale ricade per il versante padano nel Distretto Idrografico del fiume Po e per i restanti bacini nel Distretto dell’Appennino Settentrionale, su cui siti si possono scaricare i Piani di Bacino relativi.


    SERVIZIO IDRICO INTEGRATO E AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI

    La Legge Regionale n. 1 del 24 febbraio 2014, come modificata dalla Legge Regionale 23 settembre 2015 n.17, individua 6 Ambiti Territoriali Ottimali, le cui funzioni di enti di governo degli ATO liguri per l’organizzazione del servizio idrico integrato, inizialmente attribuite ad aggregazioni comunali, sono assegnate alle Province:

    Gli ATO, come è noto, rilasciano l’autorizzazioni agli scarichi nella pubblica fognatura e quindi sono soggetti alla recente normativa sull’autorizzazione Unica ambientale. Ogni Ato ha inserito le nuove disposizioni sul proprio sito, ove presente.


    ARPAL ( Agenzia della Protezione dell’ambiente ligure)

    ARPAL è un stata istituita con Legge Regionale 39/95, in attuazione della Legge 61/94.

    L’Agenzia è ora regolata dalla legge regionale n° 20 del 4 agosto 2006 e s.m.i., “Nuovo ordinamento dell’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente Ligure e riorganizzazione delle attività e degli organismi di pianificazione, programmazione, gestione e controllo in campo ambientale”, che mantiene in capo ad ARPAL le competenze istituzionali in campo ambientale.
    Le competenze sulle acque sono molteplici e vanno dal monitoraggio all’elaborazione di dati ( per approfondire)


     

    CONCESSIONI DI DERIVAZIONE D’ACQUA

    La Regione è competente per le funzioni amministrative relative alle piccole e grandi derivazioni d’acqua pubblica.

    Sono definite grandi derivazioni quelle che eccedono i seguenti limiti:
    a) per produzione di forza motrice: potenza nominale media annua kilowatt 3.000
    b) per uso potabile: litri 100 al minuto secondo
    c) per irrigazione: litri 1.000 al minuto secondo o meno per irrigare una superficie superiore ai 500 ettari
    d) per bonificazione per colmata: litri 5.000 al minuto secondo
    e) per usi industriali, inteso tale termine con riguardo ad usi diversi da quelli espressamente indicati: litri 100 al minuto secondo
    f) per uso ittiogenico: litri 100 al minuto secondo
    g) per costituzione di scorte idriche a fini di uso antincendio e sollevamento a scopo di riqualificazione di energia: litri 100 al minuto secondo.

    La derivazione di acque pubbliche è subordinata all’ottenimento di una concessione, a norma del Regio Decreto n. 1775 dell’11 dicembre 1933 (Testo unico delle disposizioni di legge sulle acque ed impianti elettrici); tale concessione, prima del riordino delle funzioni attribuite alle province stabilito dal D.P.G. 21/2015, era rilasciata dalla Regione, nel caso delle grandi derivazioni, oppure dalla Provincia competente per territorio, nel caso delle piccole derivazioni.
    Oggi, come stabilito dalla L.R. n. 15/2015 e dal Decreto del Presidente della Giunta n. 21/2015 tutte le concessioni, grandi e piccole, sono di competenza regionale, a cura dei seguenti uffici territorialmente competenti:

    • Settore Difesa del suolo – Savona e Imperia
      Dirigente: Enrico Pastorino – enrico.pastorino@regione.liguria.it
      Savona: tel. 010 548 8363
      Imperia: tel. 010 548 8322
      Sede di Savona – via Sormano, 12
      Referente: Silvia La Barbera – silvia.labarbera@regione.liguria.it
      tel. 019 8313 305
      Sede di Imperia – piazza Roma, 2
      Referente: Katia Giordano – katia.giordano@regione.liguria.it
      tel. 010 548 8327
    • Settore Difesa del suolo – Genova
      L.go Francesco Cattanei, 3
      Dirigente: Agostino Ramella agostino.ramella@regione.liguria.it
      tel: 010 5499 849
      Dirigente Unità specialistica di staff Demanio idrico: Maria Traverso maria.traverso@regione.liguria.it
      tel.: 010.5499 691
      Referenti Derivazioni idriche:
      Marco Grita – marco.grita@regione.liguria.it
      tel: 010.5499.840 per i comuni di: Arenzano, Avegno, Bargagli, Bogliasco, Camogli, Campo Ligure, Campomorone, Ceranesi, Cogoleto, Davagna, Genova, Masone, Mele, Mignanego, Montoggio, Pieve Ligure, Recco, Rossiglione, S. Olcese, Serra Riccò, Sori, Tiglieto e Uscio
      Alessio Brandino – alessio.brandino@regione.liguria.it
      tel: 010 549 9746 per i restanti comuni
      Per informazioni e chiarimenti, il ricevimento del pubblico si effettua il martedì e il giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00, previo appuntamento.
    • Settore Difesa del suolo – La Spezia
      Via XXIV Maggio, 3
      tel: 0187 742573
      Referente: Paolo Delnevo paolo.delnevo@regione.liguria.it,
      tel. 010 548.8126

    La presentazione delle istanze di derivazione è possibile tramite la compilazione dei modelli di domanda scaricabili nella sezione “Allegati”, oppure on line.

    Dal geoportale si accede alle cartografia delle derivazioni idriche.


    CONSORZI DI BONIFICA

    Ne esiste solo uno:

    Consorzio Canale Lunense

     

    Tweets