Portale di informazione sulle acque sotterranee e non solo

Pubblicazioni

L’Università Statale di Milano ha presentato i risultati del Nuovo Catasto dei Ghiacciai Italiani realizzato dall’equipe del professor Claudio Smiraglia, del Dipartimento di Scienze della Terra, grazie al contributo di Levissima e in collaborazione con l’Associazione EvK2CNR e il Comitato Glaciologico Italiano.Un progetto di grande rilevanza partito  dal 2012 e che integra dati raccolti nel corso di un decennio e che ha avuto il patrocinio, tra l’altro, del Ministero dell’Ambiente, del World Glacier Monitoring Service e la Convenzione delle Alpi.

Risalgono al 1962 e al 1984 i catasti realizzati dal Comitato Glaciologico Italiano e rispetto ai dati rilevati allora, risultano visibili gli effetti e l’impatto cambiamento climatico in corso: aumento del numero, sensibile riduzione della superficie stessa del cuore freddo delle Alpi. In gran parte i ghiacciai italiani risultano essere di piccole dimensioni con un valore areale medio di 0,4 km2. Un dato assai significativo poiché le ridotte dimensioni e espongono in maniera esponenziale i ghiacciai ad ulteriori fenomeni di fusione. Il ghiacciaio ora più vasto è quello del Gruppo Adamello – Mandrone che è composto da un corpo unico.

Per approfondire contattare il Dipartimento delle Scienze della Terra di Milano.

I ghiacciai

Tweets