Portale di informazione sulle acque sotterranee e non solo

NORME e PIANO DI TUTELA

La  tutela delle risorse idriche sono uno degli obiettivi  della Regione Lombardia, con una serie di delibere di Giunta e di atti legislativi.

Ultimo nato il regolamento che dà indicazioni in merito ai contenuti tecnici della relazione da allegare alla richiesta  di scarico in falda di acque sotterranee prelevate per scambio termico tramite pompa di calore.

In attesa del regolamentazione nazionale la Lombardia con il Dgr 8 febbraio 2017 n. 6203,  in attuazione di quanto previsto dall’articolo 13 della L.R. 38/2015 detta i contenuti della relazione da parte del richiedente e fornisce all’autorità competente gli elementi per il procedimento amministrativo. 

In attuazione della Direttiva 2000/60/CE, la legge individua il “Piano di Gestione del bacino idrografico” come strumento di pianificazione delle risorse idriche e lo articola in un “Atto di indirizzi”, che indica gli obiettivi e le direttrici fondamentali per l’azione regionale e in un Programma di Tutela e uso delle Acque che è lo strumento di riferimento per tutti gli enti e soggetti che concorrono al raggiungimento degli obiettivi di qualità sul territorio regionale.

Con la Legge Regionale 26/2003 e s.m. la competenza del rilascio delle concessioni di derivazioni d’acqua sia superficiale che sotterranee è passata alle Province che esercitano anche la funzione del controllo e relative sanzioni.

Riassumendo per avere il permesso di utilizzare l’acqua una persona, ente, gestore di servizi, impresa deve rivolgersi agli uffici preposti nelle varie Province o Città Metropolitana di Milano.

 

AUTORITA’ DI BACINO DEL FIUME PO e Agenzia Interregionale del Fiume Po

La Regione Lombardia in ottemperanza alla Direttiva 2000/60  ricade nel distretto idrografico padano ed il bacino idrografico del Po interessa il territorio di Liguria, Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Trentino, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, e si estende anche a porzioni di territorio francese e svizzero.

L’ambito di competenza dell’Autorità di bacino riguarda il territorio compreso nella perimetrazione definita e approvata con DPR 01/061998 e successivamente pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 173 del 19/10/1998, con annessa cartografia alla scala 1:250.000.

Si segnala la Direttiva alluvioni e il Piano di Bilancio Idrico.

Nella seduta del 17 dicembre 2015 il Comitato Istituzionale dell’Autorità di bacino ha approvato (con propria Deliberazione n. 8/2015) la Direttiva “Valutazione del rischio ambientale connesso alle derivazioni idriche in relazione agli obiettivi di qualità ambientale definiti dal Piano di gestione del Distretto idrografico Padano” (di seguito brevemente definita “Direttiva Derivazioni”), il cui testo è scaricabile dal sito web dell’Autorità.

La Direttiva Derivazioni introduce un metodo di valutazione delle derivazioni di acque superficiali o sotterranee finalizzato alla verifica della compatibilità delle derivazioni stesse rispetto agli obiettivi di tutela ed alle previsioni contenuti nel Piano di Gestione del Distretto idrografico (“PdGPo”) e, più in generale, rispetto alla normativa di settore, in conformità alle previsioni di cui all’art. 12 bis, comma 1, lettera a del R.D n. 1175/1933 nonché alle finalità di controllo di cui all’art. 7, comma 2 del medesimo Regio Decreto.

L’applicazione della Direttiva Derivazioni costituisce quindi la condizione minima necessaria per verificare la compatibilità delle derivazioni oggetto delle istanze di nuova concessione o di rinnovo di quelle preesistenti rispetto alle finalità ed agli obiettivi prevsti dalle suddette disposizioni di legge e di Piano, nonché rispetto alle prescrizioni formulate in sede comunitaria.

L’applicazione di detta Direttiva è obbligatoria per tutte le istanze di nuova derivazione e di rinnovo presentate dal 12 gennaio 2016. Per le istanze in corso di istruttoria alla data di adozione, al Direttiva assume il valore di linea guida a supporto della valutazione di compatibilità della derivazione rispetto agli obiettivi del PdGPo vigente.

Mentre l’Agenzia Interregionale per il fiume Po –  AIPo, con quattro leggi approvate dai Consigli Regionali di Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, è stata istituita, dal 2003,  ente strumentale delle quattro Regioni, che raccoglie l’eredità del disciolto Magistrato per il Po (istituito nel 1956) e cura la gestione del reticolo idrografico principale del maggiore bacino idrografico italiano, occupandosi, essenzialmente, di sicurezza idraulica, di demanio idrico e di navigazione fluviale.

Per svolgere tali funzioni, AIPo è articolata con sedi territoriali nel bacino – da Torino (Moncalieri), fino a Rovigo – e ha la sua sede principale a Parma. Dal suo sito è accessibile il geoportale che raccoglie i dati delle regioni interessate riguardanti il reticolo maggiore. In diretta sono disponibili i dati del monitoraggio idrografico e la possibilità di estrapolare i dati storici.

SERVIZIO IDRICO INTEGRATO E AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI

In Lombardia ci sono dodici ATO, uno per provincia e città metropolitana.  Agli ATO è demandato il governo dell’intero ciclo dell’acqua che comprende le attività di captazione (ricezione), adduzione (produzione) e distribuzione di acqua a usi civili, fognatura e depurazione delle acque reflue.

Con la legge regionale 12 ottobre 2015 – n. 32 è stato costituito un unico ATO (al posto dei precedenti ATO Provincia e ATO Città di Milano) coincidente con i confini amministrativi della Città metropolitana di Milano.

A.T.O. della Provincia di Bergamo

A.T.O. della Provincia di Brescia

A.T.O. della Provincia di Como

A.T.O. della Provincia di Cremona

A.T.O. della Provincia di Lecco

A.T.O. della Provincia di Lodi

A.T.O. della Provincia di Mantova

A.T.O. della  Città Metropolitana di Milano

A.T.O. della Provincia di Monza e Brianza

A.T.O. della Provincia di Pavia

A.T.O. della Provincia di Sondrio

A.T.O. della Provincia di Varese

drop-316692

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE

leadimagearpa

L’Arpa Lombardia  si occupa della protezione dell’ambiente e fa parte del Sistema Nazionale della Protezione dell’Ambiente , come tutte le altre Agenzie regionali e provinciali.

Nel tema delle acque è fortemente impegnata e sono molto recenti due rapporti sullo stato qualitativo delle acque

DATI

La Regione Lombardia ha messo on-line il geoportale ove consultare e scaricare informazioni territoriali, come recita la presentazione sul sito:

“L’Infrastruttura per l’Informazione Territoriale della Lombardia è l’insieme delle politiche, accordi, tecnologie, dati e persone, che facilita l’accesso alle informazioni territoriali raccolte ed elaborate per la condivisione e l’uso efficiente delle conoscenze acquisite. L’Infrastruttura mette in rete i dati resi disponibili da parte degli enti e delle organizzazioni che partecipano all’iniziativa e fornisce servizi geografici all’utenza pubblica e privata.”

CONCESSIONI D’ACQUA

Per sapere come si svolge la procedura clicca sul nome della provincia/Città Metropolitana  per andare alle pagine di dettaglio:

 Provincia di Bergamo ( pagina iniziale)

Pagina del servizio di riferimento : qui sono elencate tutte le tipologie di procedimenti amministrativi effettuati: quelli che interessano le acque sotterranee sono i primi due. (link alla richiesta per nuovi pozzi).
Si segnala che l’ufficio ha evidenziato il procedimento per il rilascio della concessione per l’utilizzo ai fini energetici con una procedura integrata anche dall’autorizzazione allo scarico delle acque.
Per chi vuole accedere direttamente alla modulistica cerchi poi concessione/tutela risorse naturali/.

La Provincia di Bergamo ha anche inserito le FAQ, per chi ha bisogno di maggiori chiarimenti e un aggiornatissimo database cartografico delle derivazioni e molto altro liberamente consultabile.

2. Brescia

Provincia di Brescia ( pagina iniziale)

Pagina del servizio di riferimento : qui, oltre ai nominativi del personale incaricato, sono elencate tutte le tipologie di procedimenti amministrativi effettuati: vedi la pagina che interessa la richiesta di nuove concessioni da pozzo .

La Provincia di Brescia ha inoltre un geoportale , ove è possibile reperire una serie di informazioni cartografiche utili,

Per il territorio alpino e prealpino  esiste anche una cartografia geoambientale.

3. Como

Provincia di Como ( pagina iniziale )

Pagina del servizio di riferimento : con i riferimenti del personale incaricato e disponibile; nella pagina introduttiva vi sono i dettagli sul procedimento amministrativo , la modulistica, ecc .
Si segnala che è possibile richiedere i dati ambientali relativi alle derivazioni effettuando una richiesta la cui modulistica è disponibile qui.

4. Cremona

Provincia di Cremona ( pagina iniziale)

Pagina del servizio di riferimento : qui, oltre ai nominativi del personale incaricato, sono elencate tutte le tipologie di procedimenti amministrativi effettuati; in fondo alla pagina c’è la possibilità di scaricare la modulistica.

E’ consultabile a parte il link alle spese di istruttoria.

La Provincia di Cremona ha un portale cartografico, dove sono consultabili, informazioni utili per le derivazioni d’acqua sotterranea.

5. Lecco

Provincia di Lecco ( pagina iniziale )

Pagina del servizio di riferimento: qui, oltre ai nominativi del personale incaricato, sono elencate tutte le tipologie di procedimenti amministrativi effettuati. Nella stessa pagina è possibile collegarsi al sito, previo accredimento temporaneo, per consultare il  DataBase provinciale inerente  Monitoraggio delle Portate Derivate; – Monitoraggio dei DMV; – Monitoraggio dei Livelli di Falda.

La modulistica per la concessione da acque sotterranee è scaricabile dalle pagine della modulistica della Provincia di Lecco
Si segnala che l’ufficio ha predisposto una modulistica a parte per l’uso idroelettrico.

L’AATO Provincia di Lecco, la sua modulistica ed il suo Piano d’Ambito sono consultabili sulle pagine dedicate ( vedi)

6. Lodi

Provincia di Lodi ( pagina iniziale)

Pagina di riferimento del Servizio: qui è possibile reperire i contatti per la richiesta di informazioni. La modulistica relativa è scaricabile qui.

7. Mantova

Provincia di Mantova ( pagina iniziale)

Pagine di riferimento del servizio: qui è possibile reperire i riferimenti del servizio ed accedere alla pagina della modulistica.

la Provincia di Mantova dispone di alcune pagine di domande frequenti ( FAQ) ed alcune di queste sono di chiarimento per il demanio idrico nella sezione ambiente.

8. Milano

Città Metropolitana di Milano ( pagina iniziale)

Pagine di riferimento del servizio:  qui è possibile reperire  le informazioni relative alla procedura per il rilascio delle concessioni di derivazioni d’acqua.

Per tenersi aggiornati sugli oneri istruttori previsti nella Città Metropolitana di Milano collegarsi a questa pagina .

SERVIZI ON-LINE

Da questa pagina si accede ai vari servizi offerti on-line: Sistema Informativo Ambientale – S.I.A. e alla piattaforma per conoscere lo stato di avanzamento della propria pratica.

9. Monza e Brianza

Provincia di Monza e Brianza ( pagina iniziale)

Pagina di riferimento del servizio: qui è possibile scaricare la modulistica e tutte le informazioni necessarie.

10. Pavia

Provincia di Pavia ( pagina iniziale )

Pagina introduttiva sulla risorsa idrica: utile per comprendere il contesto della risorsa idrica pavese e le sue peculiarità.

pagina di riferimento del servizio: sono indicate tutte le tipologie di procedimenti amministrativi inerenti l’utilizzo delle acque pubbliche,le informazioni approfondite sul procedimento, il collegamento alla modulistica .

Sono stati effettuati studi e predisposti progetti per la gestione della risorsa idrica ed in particolare sono scaricabili dal sito gli atti del Convegno sugli acquiferi di pianura pavese.

Si segnala che è attivo il portale per compilare online le domande di autorizzazione allo scarico delle acque reflue industriali e delle acque di prima pioggia, in pubblica fognatura.

11. Sondrio

Provincia di Sondrio ( pagina iniziale)

Pagina introduttiva del servizio : con i nominativi del personale mentre la modulistica e le procedure amministrative relative si trovano qui.

12. Varese

Provincia di Varese ( pagina iniziale)

pagina di riferimento per le concessioni di derivazioni d’acqua  con la modulistica e l’iter concessorio dettagliato.
invece per i contatti si consulta l’organigramma.
E’ disponibile un sito di  cartografia on-line con alcune informazioni utili ( vai al sito).

Print Friendly